#MERCOLEDÌINDIPENDENTI – Moscabianca Edizioni 🦟 ❄️ 📚

Linee sul bianco; un insetto su una pagina internet vuota; una piccola mosca sintetizzata con limpida purezza.

Una presenza casuale e inaspettata nel bel mezzo dei nostri schermi, tanto quanto quella zampettante sul viso della tormentata Giovanna d’Arco di Carl Theodor Dreyer o dell’infiltrata nella telecapsula del dottor Seth Brundle. L’abbiamo fissata qualche attimo, prima che volasse lontano dai nostri pensieri.

Il logo della casa editrice è stato realizzato dall’illustratrice e fumettista Veronica Carratello.

Non lo sapevamo ancora, ma quella mosca pallida era una dichiarazione precisa. Una volontà. Di dire che a volte è possibile imbattersi in ciò che sembra impossibile, o quantomeno raro. Un esserino che «nun se trova», per dirlo alla Trilussa (e, in effetti, di case editrici che si dedicano principalmente, se non esclusivamente, al fantastico ce ne sono… ma troppo spesso fanno parte del gregge delle pecore nere dell’editoria).

Il poeta in romanesco Carlo Alberto Camillo Mariano Salustri, conosciuto come Trilussa, ha scritto La mosca bianca, in cui paragona insetto in questione all’elusiva figura del galantuomo (creatura altrettanto fantastica).

Abbiamo incontrato di nuovo la piccola mosca molto tempo dopo, in una giornata estiva, mentre passeggiavamo tra gli stand di Narni Comics & Games.

L’abbiamo riconosciuta immediatamente: posata sulle copertine colorate e ben allineate dei libri in mostra in uno degli espositori. E sotto di lei, un nome: Moscabianca Edizioni.

E oggi, per il #Mercoledìindipendenti di marzo, quella stessa piccola mosca è arrivata sino al nostro blog.

Presentiamo quindi la realtà indipendente di questo mese, la creatura fantastica di Federico e Silvia, due ragazzi decisi a far uscire il libro di genere fuori dalla ristretta cerchia degli «appassionati di fanta-qualsiasicosa e raggiungere un pubblico più ampio, che ha letto poca narrativa di questo tipo» nonché aiutare la diffusione dell’idea che, no, il fantastico non è «letteratura di serie B».

Anche per questo, teniamo molto al modo in cui le nostre pubblicazioni si presentano: è la chiave per attrarre anche i lettori più esigenti, a partire dalle copertine e dall’allestimento dei volumi, senza trascurare la qualità dei contenuti.

Noi abbiamo visto da vicino, sfogliato e letto le loro proposte di narrativa fantascientifica e fantastica, di weird e bizzarro fiction (e non solo: «Citiamo questi generi per semplicità, perché le nostre pubblicazioni sono spesso opere ibride non facilmente etichettabili», sono orgogliosi di sottolineare Federico e Silvia, che amano «le storie strane»). Siamo rimaste colpite dalla volontà di volare oltre la sicurezza di generi molto più solidi in Italia per tradizione e mercato, e ancora di più dal coraggio di concedere spazio ad autori nostrani. Così abbiamo deciso di credere alle promesse fatte.

Ma che cosa ha spinto a fondare Federico e Silvia una casa editrice specializzata nel fantastico?

Da sempre «appassionati di editoria e prima ancora di iniziare a lavorare in questo mondo», entrambi sognavano di mettere in piedi una realtà tutta loro fin dai tempi dell’università.

Sono passati diversi anni, ci siamo fatti le ossa nel settore e dopo una serie di progetti andati a vuoto (tra cui quello di avviare una rivista letteraria) ci siamo incontrati ed è nata Moscabianca Edizioni. L’idea di partenza è stata di unire diverse nostre passioni: quella per i libri (soprattutto di genere), ma anche quella per l’illustrazione, il fumetto e i giochi da tavolo.

Silvia si è formata nel campo editoriale e Federico ha aperto il ludopub e libreria Mr. Ibis, uno spazio creativo dedicato a cultura e intrattenimento nel quartiere Pigneto (e non sorprende, quindi, che tra i progetti di Moscabianca Edizioni ci siano anche storie a strisce e boardgames «sempre rigorosamente di genere»).

Così, dopo un periodo di gestazione di una decina di mesi, a marzo 2018 la casa editrice è nata e ha iniziato l’attività di pubblicazione a luglio dello stesso anno. Proprio nella capitale, alla faccia di Trilussa e della sua, di mosca bianca.

A Federico e Silvia e alla loro mosca bianca si è unito l’editor Leonardo Munzlinger e alcuni fidati collaboratori esterni, tra cui il traduttore Mauro Maraschi e la redattrice e editor Sara Valente.

Mauro Maraschi ha tradotto Il codice delle creature estinte di E.B. Hudspeth, la prima delle acquisizioni estere della casa editrice romana e che recensiremo prossimamente.

Insieme pubblicano circa cinque novità all’anno, anche se l’obiettivo è salire a otto entro il 2022: «Prestiamo più attenzione alla qualità che alla quantità e ogni nostro prodotto viene progettato con cura».

Non a caso la mosca è un animale dagli organi della vista altamente sviluppati. E Federico e Silvia conoscono l’importanza di catturare lo sguardo dei lettori (più esigenti), anche grazie a scelte grafiche originali, curate e attinenti con i testi proposti: «Coinvolgiamo un illustratore diverso (o quasi) per ogni pubblicazione. Scegliamo a chi affidare la copertina in base al progetto e all’identità dell’opera».

Caterina Ferrante, Sabrina Gabrielli, Giulia Conoscenti, Jacopo Starace, Davide Abbati e Simone Peracchi sono tra i primi artisti, tutti italiani quanto gli autori dei lavori pubblicati, a far parte della squadra Moscabianca.

Nessuno degli artisti con cui abbiamo lavorato era già un nostro collaboratore: li abbiamo conosciuti tutti proponendogli di realizzare una delle nostre copertine. Essendo appassionati di illustrazione, amiamo scovare sul web e nelle fiere di settore l’artista adatto a ciascuna opera. Ci siamo trovati bene con tutti e in molti casi sono nati dei bellissimi rapporti che intendiamo portare avanti per progetti futuri.

Copertine curatissime e che non fanno meno figura sugli scaffali delle librerie digitali. Perché i libri di Moscabianca Edizioni sono tutti, senza eccezione, disponibili anche in formato elettronico.

Il digitale per noi è uno strumento prezioso, […] tutti i nostri titoli – a esclusione dei giochi da tavolo – sono disponibili sui principali ebook store. Convertiamo anche libri illustrati e fumetti e, come per la carta, abbiamo scelto di mantenere i prezzi di vendita delle edizioni digitali a livelli contenuti e accessibili.

Naturalmente le versioni cartacee possono essere trovate e ordinate nelle principali librerie indipendenti e di catena.

Con un progetto editoriale che si fonda sulla cura di ogni singolo titolo, naturalmente il catalogo è ancora contenuto (anche se presto amplieranno la collana dei libri illustrati e nel nido di Moscabianca è in arrivo un nuovo gioco da tavolo in collaborazione con Veronica Carratello) ma per Federico e Silvia è già impossibile rispondere quando chiediamo loro qual è la pubblicazione più amata…

È impossibile rispondere a questa domanda! Sarebbe come chiedere a un genitore quale dei suoi figli ama di più. Avendo pubblicato finora pochi titoli, siamo affezionati a ognuno di loro. Se proprio dovessimo scegliere, diremmo i titoli delle prime volte: Il lettore universale di Andrea Viscusi, il volume con cui è nata la casa editrice, e Il codice delle creature estinte di E.B. Hudspeth, la nostra prima acquisizione dall’estero.

Federico e Silvia definiscono questa raccolta un’opera surreale e profetica come un episodio di Black Mirror.

In compenso hanno le idee chiarissime su quale dei loro libri, tra tutti, parla di noi e sarà il nostro più amato!

L’antologia W.o.W. Women of Weird, e non solo perché contiene un vostro racconto! Come suggerisce il titolo, è una raccolta che unisce narrativa di genere e letteratura femminile. Sappiamo bene che avete un debole per entrambe!

Come già accennato, questi due ragazzi vedono lontano e noi li ringraziamo per il tempo che ci hanno concesso e per l’opportunità di conoscerli e, anche, di fare parte del loro interessantissimo catalogo!

Ebbene, sì! Siamo una delle weird women di questa raccolta fantastica con copertina di Sabrina Gabrielli e prefazione di Viola Di Grado, ora disponibile in libreria e online.

– Ornella 🐱

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...