#LEGGIAMOANGELACARTER ✍️ – L’editoria delle donne 📚👭💓

Aprile accoglie un nuovo appuntamento di #LEGGIAMOAngelaCarter, progetto dedicato alla riscoperta della signora del fantastico. 🧚 Oggi passiamo la parola a Vera Navarria, che ci racconterà dell’avvento di un periodo di storia dell’editoria molto particolare: quello dell’avvento delle case editrici femministe. 📚 Dopo una panoramica sulla situazione italiana, ci spostiamo in Inghilterra, dove è nata quella che tra esse è forse la più importante: la Virago, prima e seconda casa della maggior parte della produzione di Angela Carter. ✨ Che a sua volta sarà non solo consulente e curatrice, ma anche una preziosa amica per la casa editrice sua fondatrice Carmen Callil. 👭 Un’alleanza tra due donne forti dei cui frutti possiamo, per fortuna, godere ancora oggi. Tutto grazie a una femminista. 💪♀️

#JUSTREAD ✍️ – Recensione de “Il codice delle creature estinte” ☠️📖🦄

I851: anno fondamentale (ma dimenticato) per la storia della Medicina negli Stati Uniti. 🇺🇸 In una Boston ancora in cui è ancora vivo il ricordo di operatorie ed ospedali troppo simili a circhi e macellerie, nasce Spencer Black, scienziato e famigerato autore del “Codex Extinctorum Animalium”: non solo un testamento spirituale, ma un manuale di anatomia che vuole cambiare il mondo della scienza così come la conosciamo. 📖💉 La sua parabola discendente viene raccontata ne “Il codice delle creature estinte” di E.B. Hudspeth (Moscabianca Edizioni, 2019), dove sono raccolti stralci del suo diario e la sua pubblicazione più celebre e controversa. 🧜‍♀️🦄 C’è solo un problema: Spencer Black non è mai esistito… 👨‍⚕️

#MERCOLEDÌINDIPENDENTI – Moscabianca Edizioni 🦟 ❄️ 📚

Avete mai visto una mosca bianca? Noi sì, sulle copertine di una nuova casa editrice che pubblica libri (e non solo! 🎲) di speculative fiction: Moscabianca Edizioni. 🦟 ❄️ 📚 Perché, a volte, è vero persino ciò che sembra impossibile. Ecco allora un catalogo interessante di letture di fantascienza, weird, bizzarro fiction e molti altri generi del fantastico. 🔮🤖🦄☠️⚔️ Per conoscere la realtà editoriale di marzo, leggete questo nostro nuovo #Mercoledìindipendenti… 👁👁

INTERVISTA a Karin Tidbeck: “Amatka”, la distopia della parola 🗣💬✍🏻

Come forse ricorderete, qualche mese fa abbiamo letto e recensito una delle bellissime uscite oblique di Safarà Editore: “Amatka” di Karin Tidbeck, un romanzo distopico incentrato sul potere delle parole. 🗣👂🏻💬✍🏻 Siamo state felici (ma non sorprese) di ritrovarlo in lizza per l’edizione 2020 di Modus Legendi e ci è sembrata l’opportunità perfetta di fare una chiacchierata con la sua autrice. Karin ci ha raccontato del mondo emerso dai suoi sogni, delle grandi questioni di cui si è popolato ma anche del suo processo creativo più in generale e persino della sua parola italiana preferita. 📖 Lasciamo allora parlare Karin e partiamo con lei alla volta dell’onirica, misteriosa Amatka... ✏️

#LEGGIAMOANGELACARTER ✍️ – “La camera di sangue” illustrata da Francesca Piccioni 🎨 📖 🖌

Non solo #LEGGIAMOAngelaCarter ma anche... guardiamo! 👁👁 Abbiamo deciso di estendere la nostra collaborazione a fumettisti e illustratori per raccontare per immagini le fiabe della raccolta “La camera di sangue”. 🎨 La nostra seconda ospite è Francesca Piccioni, che ha scelto di illustrare per noi la storia “La sposa della tigre”. 📖🐯 L’abbiamo intervistato per conoscere i retroscena del lavoro realizzato per noi e dell’incontro con la nostra autrice preferita... 💖✍️

#JUSTREAD ✍️ – Recensione del magazine “Quanto. Cronaca di un suicidio annunciato” 💊 📰 🚀

Dopo aver presentato il progetto “Quanto”, ecco la nostra recensione del primo numero di questa rivista di letteratura speculativa: “Cronaca di un suicidio annunciato”. 💊📰 🚀 È il 2591 e tutti noi siamo figli di uno Stato-Azienda che ci nutre di cibi e desideri sintetici... 🍣💤 Ma c'è un nostro fratello diverso, un uomo che pensa, sogna e prova sentimenti autentici. Un’anomalia preziosa in un mondo in cui niente è più imprevedibile... ✨

#JUSTREAD 👁 – Estratto da “Racconti ritrovati” di Emanuel Carnevali 🇮🇹 🏚 🇺🇸

In occasione dell’imminente presentazione del volume alla libreria I Trapezisti di Roma, a cui parteciperemo come ospiti, ecco un estratto dell’ultimo racconto (nonché il preferito dall’autore 💖) dal trittico “Racconti di un uomo che ha fretta“. 📖 🕰 Uno scritto innegabilmente autobiografico sull’istituzione della casa negli Stati Uniti e la transitorietà degli immigrati, per sempre figli stranieri anche tra le braccia della terra d’adozione... 🤱🏼🏚🇺🇸